Essere o non essere?

Io sono me stesso. E’ un assunto su cui nessuno (se non forse il buon Parmenide e compagnia) ha da ridire. Se c’è una cosa certa, è che io sono. “Cogito ergo sum, sive existo” diceva Cartesio.
Tu sei te stesso. Alcuni potrebbero dire che no, non è vero: è tutto frutto della nostra immaginazione. Ma noi che non siam così scrupolosi, nel nostro quotidiano prendiamo questa frase per vera e certa.

Dunque io sono me stesso. Ma qualcuno potrebbe rivolgersi a me dicendo: no, io sono me stesso e tu sei te stesso.
Pertanto io sono me stesso, ma allo stesso tempo sono te stesso.
Sembrerebbe ragionevole dire: me stesso=te stesso. Moltiplico entrambi i membri per 1/stesso (diverso da 0) e viene me=te. Assurdo (e ke Zeus ci fulmini!). Sembrerebbe ragionevole concludere che io non esisto. O che io sono tutti. O che tutti siamo me.

E forse, Parmenide non aveva tutti i torti a dubitare..

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in "Dimostrazioni" e informatica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...