Repubblica di Lituania

LA BANDIERA:
La bandiera lituana è composta da tre bande orizzontali di uguale dimensione. I colori, partendo dall’alto sono: giallo, verde e rosso.
La storia: Adottata il 19 aprile 1918, ufficiale dal 15 maggio 1920 e confermata dalla costituzione il 1° agosto 1922. Cessò di esistere il 15 giugno 1940. Ripresa come bandiera nazionale il 18 novembre 1988, fu ufficialmente confermata il 20 marzo 1989 anche come bandiera di stato e l’11 marzo 1990 come mercantile. Le proporzioni originarie erano 2/3; nel 1991 furono stabilite in 1/2 e infine la legge del 1° settembre 2004 le fissa in 3/5. Le strisce verde e rossa erano all’inizio di tonalità nettamente scura, presto attenuata.
Il significato: Il simbolismo dei colori è il seguente:

  • il giallo rappresenta la luce e il sole;
  • il verde rappresenta l’erba;
  • il rosso rappresenta il sangue versato per la patria.

LO STEMMA:
Lo stemma della Lituania rappresenta su sfondo rosso, un cavaliere d’argento con gli speroni d’oro, che cavalca un cavallo dello stesso metallo, con la sella e le briglie azzurre decorate in oro, ed armato con una spada (d’argento) con l’impugnatura d’oro che alza con il suo braccio destro sopra la testa. Il cavaliere imbraccia, alla sua sinistra, uno scudo azzurro, ornato con una doppia croce d’oro.
La storia: Lo stemma è utilizzato sin dal 1366, anno nel quale fu sigillato un documento nel quale è rappresentato il duca Algirdas di Lituania. Lo stemma del “cavaliere bianco” ha rappresentato da allora, con poche variazioni, l’elemento araldico del gran ducato di Lituania.
Fu utilizzato come simbolo nazionale per la Repubblica di Lituania del 1918 fino al 1940. Nel 1988 fu restaurato come simbolo nazionale ed l’11 marzo del 1990 fu dichiarato simbolo statale.

LA CAPITALE: Vilnius
LA MONETA: Lita Lituano
LA LINGUA: Lituano
FORMA DI GOVERNO: Repubblica Parlamentale
IN UE DAL: 1 Maggio 2004
NELL’ONU DAL: 17 Settembre 1991
NELLA NATO DAL: 29 Marzo 2004

L’INNO NAZIONALE: Lituania, terra d’eroi
FESTA NAZIONALE: 16 Febbraio
I CONFINI: Bielorussia, Lettonia, Polonia, Russia (4)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storia e curiosità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...