Repubblica portoghese

LA BANDIERA:
La bandiera del Portogallo è di forma rettangolare, con proporzione 2/3, e colorata in verde e rosso. Il rettangolo verde è sul lato del pennone ed ha larghezza pari ai 2/5 della bandiera, mentre la parte al vento (larga 3/5 della bandiera) è rossa. Centrato sulla partizione si trova uno stemma costituito da una sfera armillare con sovrapposto il tradizionale scudo portoghese.
La storia: Fu approvata il 29 novembre 1910 ma venne adottata ufficialmente il 19 giugno 1911, alcuni mesi dopo la proclamazione della repubblica (5 ottobre 1910). Fu scartata l’idea di un drappo rosso rivoluzionario furono scelti il rosso e il verde. I due colori ricordavano tra l’altro l’insegna rosso-verde inalberata dall’incrociatore Adamaster che aveva dato il segnale della rivolta. Tornò anche la sfera armillare, che era scomparsa da quasi un secolo.
Il significato: La bandiera ha un significato molto più ambiguo di quello tradizionale. Durante il regime autoritario dei nazionalisti portoghesi che durò dal 1933 fino alla rivoluzione del 1974, si diceva che il verde rappresentava i boschi del Portogallo e il rosso era il simbolo del sangue versato dai caduti per servire la nazione. Questa definizione dei colori è quella comunemente accettata, comunque il significato originale potrebbe essere più incerto. Alcune teorie sostengono che il rosso rappresenti l’alba e il tramonto sulle navi portoghesi durante le “Scoperte” del XVI secolo e che il verde rappresenta il colore del mare profondo, che venne navigato per la prima volta dai portoghesi in tutto il mondo. Altre teorie meno nazionaliste sostengono che il verde e il rosso siano i colori tradizionali del federalismo iberico, un’ideologia Repubblicano-Socialista, molto comune all’inizio del XX secolo, che difendeva l’unione politica di Portogallo e Spagna, benché i portoghesi siano stati una nazione indipendente fin dal 1149 e abbiano sempre combattuto per la loro indipendenza, anche quando erano sotto il controllo spagnolo nel XVII secolo.
Il disegno circolare rappresenta una sfera armillare, che sostituì la corona della vecchia bandiera monarchica. Rappresentava l’impero coloniale portoghese del periodo della rivoluzione e le scoperte fatte dai portoghesi.
Il tradizionale scudo portoghese è invece presente in praticamente tutte le bandiere portoghesi della storia.
I castelli, in origine nove, sono un simbolo delle vittorie portoghesi al comando di Re Alfonso III, e fanno riferimento ai nove castelli moreschi sconfitti dal Portogallo nel 1249; erano anche il simbolo del Regno di Algarve, l’ultimo conquistato dai portoghesi, quando vennero stabiliti i confini definitivi. In seguito, Re Giovanni II ridusse il numero di castelli nella bandiera a sette.
La leggenda: I cinque punti bianchi nei cinque scudi blu al centro della bandiera fanno riferimento ad una leggenda riguardante il primo Re del Portogallo, Alfonso Henriques o Re Alfonso I. La storia racconta che prima della Battaglia di Ourique (26 luglio 1139), Alfonso stava pregando per la protezione del popolo portoghese, quando gli apparve una visione di Gesù sulla croce. Re Alfonso vinse la battaglia e, in segno di gratitudine, incorporò le cinque ferite di Cristo nella sua bandiera. I cinque scudi rappresentano i cinque re moreschi che vennero sconfitti nella battaglia di Ourique.
LO STEMMA:
Lo stemma del Portogallo, è stato adottato, insieme alla bandiera.
Al centro si vedono cinque scudi blu , disposti a croce, con all’interno cinque bisanti color argento, all’interno di uno scudo di colore bianco . Lo scudo è bordato di rosso con all’interno sette piccoli castelli d’oro. La figura si trova sopra una Sfera armillare di colore oro rifinita di nero.
Il significato:

  • I cinque scudi azzurri, simboleggiano i cinque Re musulmani che il Re Alfonso I sconfisse nella battaglia di Ourique
  • I cinque bisanti argentati all’interno degli scudi, rappresentano le cinque ferite di Cristo. Sommando i bisanti all’interno degli scudi blu si ottiene il numero trenta, come i denari ricevuti dati a Giuda dai sacerdoti per tradire Gesù.
  • I sette castelli rappresentano il Regno di Castiglia, al quale il Portogallo è appartenuto per qualche anno.
  • La sfera armillare rappresenta le scoperte degli esploratori portoghesi tra il XV secolo e il XVI.

LA CAPITALE: Lisbona
LA MONETA: Euro
LA LINGUA: Portoghese
FORMA DI GOVERNO: Repubblica Parlamentale
IN UE DAL: 1 Gennaio 1986
NELL’ONU DAL: 14 Dicembre 1955
NELLA NATO DAL: 4 Aprile 1949. Stato fondatore.

L’INNO NAZIONALE: A Portuguesa
FESTA NAZIONALE: 10 Giugno
I CONFINI: Spagna (1)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storia e curiosità e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...